Discovery_genova_clip_tour_3_2015

Tour#3 – Da Piazza della Meridiana alla scoperta di Genova…


Tour_n3_Discovery_genova_mini_guidaTOUR n.3 DISCOVERY GENOVA

DATA
sabato 28 novembre 2015                                                                              ore 14,30                                                                       piazza della Meridiana

SPETTACOLO
ore 15,00 – 15,45                                                          piazza della Meridiana

PARTENZA TOUR
ore 16,00                                                                      piazza della Meridiana

ARRIVO TOUR
ore 17,00                                                                       piazza De Ferrari


L’appuntamento era alle 14.30 in Piazza della Meridania, caratteristica e raffinata piazzetta adiacente i Musei di Strada Nuova di via Garibaldi. Alle 15 le note de “I Kalimba” si sono diffuse nell’aria e la piazza era già bella piena. I Karimba hanno reso omaggio al florklore della musica popolare del sud, ci sono state pizziche, tarante e tammurriate. La musica ha creato un ponte che ha unito Genova con la Puglia, con la Calabria e con la Campania. Abbiamo visto tanti sorrisi, i bambini ballavano, persino i cani al guinzaglio sembravano entusiasti di questo sabato pomeriggio differente.

Dopo l’interludio in musica siamo partiti per le vie della Genova antica e medievale seguendo le tracce del Tour n.3 accompagnati dalla guida turistica che si è soffermata sulla descrizione di alcuni palazzi e “gioielli” cittadini come i portali in marmo e, più spesso, in ardesia, ornati da caratteristici medaglioni con teste di imperatori romani.

Discovery_genova_portale_ardesia_tour_3_2015

Scendendo verso il quartiere della Maddalena, attraverso stretti vicoli e botteghe artigianali, si arriva nelle tipiche piazze genovesi come quella di Posta Vecchia, della Cernaia e delle Vigne, con la splendida chiesa dagli interni sfarzosi e dal caratteristico campanile adiacente il coro, fino ad arrivare nell’affollata piazza Campetto, illuminata in occasione delle feste dalle luci natalizie che la rendono ancora più affascinante.

Proprio in piazza Campetto è stato piacevole riscoprire leggende e profezie che durano da centinaia di anni. Particolarmente affascinante quella che riguarda il palazzo detto “del melograno”. Secondo una leggenda, circa 400 anni fa, un seme di melograno cadde tra il balcone del primo piano ed il frontone del portone di ingresso. Crescendo, si trasformò in un “albero” che tuttora orna il palazzo. Secondo la leggenda Genova prospererà finché il melograno ornerà il palazzo che è indicato come Casareto De Mari, ultimo proprietario. Di fianco si trova palazzo Imperiale il cui ingresso, colonnato e voltato con splendidi affreschi, viene oggi utilizzato per aste di antiquariato.

Discovery_genova_campetto_tour_3_2015.png

Risalendo vico S. Matteo ci si è fermati nell’omonima piazza, luogo caratterizzato dall’equilibrio straordinario dei suoi palazzi, a bande bianche e nere, tutti appartenenti alla famiglia dei Doria, una delle quattro più importanti di Genova. La piccola chiesa gentilizia, con l’adiacente chiostro, rappresenta il più alto grado di raffinatezza e qualità artistica raggiunti dalla famiglia Doria ed identifica il tipico impianto urbanistico della città storica della piazza con palazzo nobiliare e chiesa.

Discovery_genova_san_matteo_doria_tour_3_2015.png

La visita si è conclusa nell’ottocentesca piazza De Ferrari delimitata da importanti edifici storici tra cui Palazzo Ducale, Teatro Carlo Felice, Palazzo della Borsa e Accademia Ligustica di Belle Arti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *