mappa_3d_Rolli_Days_maggio_2016_Discovery_Genova_news

Rolli Days maggio 2016: giardino archeologico, ville suburbane e parchi

Discovery Genova sostiene i Rolli Days 2016 con la propria piattaforma interattiva 3D, valorizzando e promuovendo uno degli eventi più importanti che si sono consolidati a Genova negli ultimi anni, divenuto sempre più occasione di conoscenza delle meraviglie e dei tesori artistici locali.

La prima edizione di aprile ha infatti confermato questa tendenza con la partecipazione di circa 90.000 visitatori. Il secondo appuntamento dell’anno, fissato per il fine settimana del 28 e 29 maggio, sarà bello ricco di eventi e novità, in linea con i festeggiamenti per il decennale del prestigioso riconoscimento del Centro Storico di Genova e dei suoi 42 Palazzi dei Rolli come Patrimonio Mondiale UNESCO.

La novità di questa edizione di fine maggio sarà infatti l’inaugurazione del nuovo camminamento che unisce i due musei di Strada Nuova di via Garibaldi, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi, permettendo di attraversare i meravigliosi giardini pensili a monte di via Garibaldi, degradanti le pendici di spianata di Castelletto.

Il nuovo percorso di collegamento ha reso possibile realizzare un importante sito e giardino archeologico restituendo alla cittadinanza le tracce di uno dei complessi religiosi più importanti della genova medievale: il convento di San Francesco di Castelletto le cui molte opere sono state distribuite e conservate in diversi luoghi di Genova, tra cui il Museo di Sant’Agostino.

Affacciandosi dalla nuova vetrata di Palazzo Bianco che da sul giardino è possibile ammirare oggi le tracce della navata sinistra del complesso distrutto, colonne ed arcate, ben visibili sulla facciata di Palazzo Galliera, oggi sede del Municipio Centro-est.

mappa_3d_Rolli_Days_maggio_2016_Discovery_Genova_palazzo_bianco

L’apertura straordinaria delle dimore e delle residenze nobiliari, nonché di chiese e palazzi storici della città storica, si amplia con la possibilità di visitare, anche con mini tour ed itinerari, le circa 20 ville suburbane ed alcuni dei loro parchi, distribuiti dal levante e al ponente cittadino: da Nervi a Voltri passando per Albaro, Sanpierdarena, Cornigliano e Pegli.

Stupisce infatti la vastità delle residenze e delle ville, dotate spesso di torrette di avvistamento e circondate da giardini e vasti parchi, disseminate lungo le antiche vie di comunicazione che caratterizzavano il paesaggio della riviera genovese costituita dai piccoli borghi di pescatori, nell’ottocento tappa di poeti, artisti ed intellettuali durante i Grand Tour d’Italia.


Info evento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *